Gianni Mores Home Page

Menù

Stampa pagina

ALPTRANSIT: quale itinerario a sud di Lugano? *


Molto si è detto e scritto sul tracciato di AlpTransit a sud di Lugano e se lo stesso debba proseguire in direzione di Varese o in direzione di Chiasso. Si è messo addirittura in discussione la Galleria del Monte Ceneri di AlpTransit in contrapposizione ad un ipotetico tracciato alternativo Piano di Magadino-Luino. Sono forse opportuni, a questo punto, alcuni cenni sulla storia dei progetti di itinerari delle linee ferroviarie nel Cantone Ticino. Nell’800, la linea gottardiana prevedeva la tratta Bellinzona-Luino come itinerario da parte delle FFS. Il Cantone Ticino, ha finanziato con quasi 3'000'000.— Fr. (di allora) la realizzazione della rampa del Monte Ceneri per raccordarsi a Lugano e Chiasso.Oggi la storia si ripete a distanza di più di 100 anni e sembra che qualcuno non abbia proprio tratto nessuno insegnamento dalla storia. La direzione Chiasso è l’itinerario storico della linea ferroviaria che deve essere ripreso anche da AlpTransit.

È vero che il passaggio da Chiasso è un’opzione che interessa soprattutto il Cantone Ticino, e meno la Lombardia, è altrettanto vero che la regione del Comasco (ca. 300'000 abitanti) ha un interesse diretto sia al collegamento con la capitale Lombarda sia in direzione nord e della Svizzera in particolare. L’itinerario verso Varese, sostenuto in un primo tempo a livello provinciale, ha perso con il tempo il sostegno politico per molte ragioni che non possono evidentemente essere presentate in questa sede per mancanza di spazio.

Si è pure coscienti dei problemi tecnici che un simile itinerario comporta: pensiamo solo alla questione dell’attraversamento del lago tra Morcote e Brusino, L’esperienza insegna che i problemi tecnici, anche i più difficili, possono essere superati se dietro c’è una chiara e determinata volontà politica. D’altra parte le FS italiane hanno in atto il quadruplicamento della linea Monza-Como con raggi di curvatura che permettono delle velocità di 160-200 km/h cioè standard tecnici simili a quelli di AlpTransit. In questo ordine di idee si potrebbe pensare ad una strategia congiunta Regione Lombardia – Cantone Ticino di sostegno all’asse Lugano-Chiasso-Milano della linea AlpTransit cercando di formare un fronte transfrontaliero forte per assicurare il consolidamento politico di questo itinerario sia nei confronti di Berna che di Roma.

Per queste ragioni la posizione del Cantone Ticino sul tracciato AlpTransit verso Chiasso non solo è condivisa ma merita di essere sostenuta.


* di Gianni MORESI, Sindaco di Bissone e candidato al Consiglio nazionale sulla lista ALRA-Associazione liberale-radicale per l’ambiente

Ultimo Aggiornamento


13 luglio 2017

News


10 luglio 2017
Consegnati gli APF di Sommelier/ère 2017

20 aprile 2017
Gianni Moresi: prix ANAV 2016

20 marzo 2017
Gianni Moresi: nuovo membro onorario di GastroTicino

Contatti

Gianni Moresi
WebMaster